Interlaghi winter sails championship

INTERLAGHI: IL LAGO D’INVERNO

E così anche quest’anno ho partecipato a un evento che seguo da tempo con grande affetto, il campionato invernale di vela “Interlaghi”, giunto alla sua 49esima edizione. A dare alla regata la sua tradizionale atmosfera da inizio inverno quest’anno è stato il Tivano, il tipico vento lariano, che ha gonfiato le vele delle 40 imbarcazioni che hanno partecipato alla manifestazione.

Il mio incontro con Interlaghi, come molte delle cose che succedono nella mia vita, sembrava scritto nelle stelle, alla congiunzione fra il mio amore per il mondo della vela e l’affetto che nutro verso quello che considero il mio lago.

Da 39 anni collaboro a 360 gradi, e quest’ anno per le premiazioni ho creato e disegnato a mano i trofei e tutti i premi delle varie classi, caratterizzati da una cima in cui si intrecciano l’argento delle acque del lago e il blu intenso delle sue zone più profonde.

“Interlaghi rappresenta per me un prezioso scrigno che custodisce con amore un inestimabile patrimonio di ricordi, legami affettuosi, emozioni vibranti e sorrisi indelebili. Ogni onda porta con sé le storie intrecciate di amici, alcuni presenti solo nel dolce rintocco dei ricordi nel mio cuore. È un luogo che perpetua la memoria di momenti condivisi, di grandi risate  e sguardi complici. In esso le acque serene racchiudono un mondo di emozioni e di connessioni, alimentando il mio spirito con la gratitudine per ciò che è stato e la speranza per ciò che verrà”.

Amo profondamente tutto ciò che è legato all’acqua. Il suo movimento sinuoso e la sua capacità di donare serenità mi affascinano. Trovo ispirazione nel suo fluire costante, sia che si tratti dell’imponente vastità dell’oceano o della tranquilla bellezza di un lago. L’acqua, con la sua natura mutevole e rilassante, rappresenta per me un luogo in cui ritrovo pace e gioia.